Crea sito

Stagione invernale 2016

 ESCAPE='HTML'

A conclusione della stagione musicale 2015-16 l’Associazione culturale "Voci di due Paesi" della Scuola Germanica di Genova ha offerto alla cittadinanza un concerto imperniato sul celebre "Gloria" in Re Maggiore RV 589 per Soli, Coro e Orchestra di Antonio Vivaldi (1678-1741).

L'opera di Vivaldi è stata abbinata all'esecuzione del Concerto in Re Maggiore per Tromba, Archi e Continuo di Giuseppe Torelli (1658-1709), insigne compositore del barocco italiano.

Il concerto si è tenuto sabato 18 giugno 2016 alle ore 21 nella Chiesa di N.S. delle Grazie e S. Gerolamo di Castelletto (Corso Firenze).

Solisti di canto: Luana Lauro, Soprano, Dina Eldemardash, Contralto. Solista alla Tromba: Alberto Farnatale.

Coro "Voci di due Paesi", Orchestra della Cappella Musicale Sauliana di Genova, Direttore M° Fabrizio Callai.

Il giorno 28 marzo 2016, Lunedì dell’Angelo, alle ore 21 presso la chiesa parrocchiale di San Siro, nel Comune di Santa Margherita Ligure, ha avuto luogo il Concerto di Pasqua tenuto dal coro dell’Associazione culturale “Voci di due Paesi” della Scuola Germanica di Genova e dall’orchestra della Cappella Musicale Sauliana della Basilica di S. M. Assunta in Carignano di Genova.

L’evento culturale prevedeva l’esecuzione della Messa in Sol Maggiore per soli, coro e orchestra di Franz Schubert, il Concerto per due trombe di Antonio Vivaldi, il celebre “Ave verum corpus” di W. A. Mozart, un Mottetto dello stesso M° Direttore Fabrizio Callai, “Crux fidelis”, per baritono e orchestra e, come omaggio al grande compositore tigullino, G. B. Campodonico, lo “Stabat” Mater per soli di tenore e baritono, coro, orchestra e organo. A conclusione del concerto è stato eseguito il famoso “Hallelujah” dall’Oratorio “Il Messia” di G. F. Haendel.

Molto buona è stata la partecipazione del pubblico, come ottima è stata l’accoglienza e la disponibilità della Chiesa ospitante, rappresentata dal Rev.mo Parroco Don Valerio Traverso.

Assolutamente da rimarcare anche la splendida cornice della stessa chiesa, che ha ancor di più valorizzato, anche acusticamente, l’ottima prova dei complessi corale e orchestrale.

 ESCAPE='HTML'